Archivi

Webmail Staff

Webmail Staff

 

*** SABATO 30 GIUGNO ***

GIRONE B

IL CACHUCCHO DELLO ZIO – VAM PIRI 79-70 (20-18, 39-42, 52-57) CACHUCCHO: Valentina Gatti 14, Lalla Guidi 2, Maria Locatelli 13, Selene Marulli 4, Bojana Tunguz, Carlo Cimnaghi 10, Alessandro Mambretti 22, Mauro Perego 6, Christian Teruzzi 2, Nicola Vitale 6. VAM: Marianna Bonfiglio, Andrea Valassina 29, Simona Zanotti, Federico Licheri 6, Marika Assi, Francesca Fazio 6, Marco Novati 15, Tommaso Terreran 14.

Con un parziale di 27-13 nell’ultimo quarto, il Cachuccho dello Zio disinnesca le insidie di un esordio reso difficile dalla combattività dei Vam Piri, che come nella precedente partita coi Trolli cedono solo negli ultimi minuti. Organici rimaneggiati nella parte maschile da entrambe le parti; per i vice-campioni 2011 si rivede sulle scene binzaghesi, dopo 3 anni, il detentore della maggior media punti segnati, Alessandro Mambretti. Proprio lui dà vita nel 1° quarto a un duello colpo su colpo con un ispiratissimo Valassina. La vena balistica dei Vam è notevole (8 triple a segno) e c’è anche qualche buona giocata in velocità nel minibreak a +5 nel 2° periodo. Il Cachuccho ha una netta superiorità di categoria tra le ragazze (saranno 33 contro 6 i punti delle donne, ovviamente una delle chiavi della partita; bene l’esordiente Locatelli), ma quelle dei Vam riescono tutto sommato a limitare i danni, così una tripla di Novati allo scadere ripristina un +3 per i suoi all’intervallo. I Vam ci credono davvero a inizio ripresa quando scappano a +10 dopo una tripla di Valassina che s’impenna sul secondo ferro ed entra. Il rientro di Mambretti, e un paio di comodi appoggi della miglior giocatrice della scorsa edizione, Valentina Gatti (neopromossa in A1 con Chieti) aiutano il Cachuccho a dimezzare lo svantaggio a fine 3° quarto, poi a sorpassare in avvio dell’ultimo. In evidenza anche il lungo Cimnaghi (tutti nell’ultima frazione i suoi 10 punti), mentre i Vam pagano stanchezza e falli, e nonostante non mollino fino a 1 minuto dalla fine, devono poi incassare una serie di liberi di Mambretti e un canestro di Cimnaghi allo scadere che fissano uno scarto immeritato per loro.

GIRONE C

NON TAZZARDARE – STURMTRUPPEN 69-86 (12-20, 33-36, 51-58) TAZZA: Laura Farinello 8, Masha Maiorano 18, Federica Acerbis, Mara Brambilla 2, Daniele Mereu 2, Marco Marta 1, Riccardo Zilli 3, Paolo Brambilla 11, Marco Malusardi, Ettore Barbieri, Valerio Antonini 24. STURM: Lara Borgonovo, Chiara Molteni 3, Marta Del Pero 10, Marco Giraldo 10, Massimo Barbisan 20, Emanuele Motta 10, Andrea Colombo 8, Elisa Colombo 7, Edoardo Gariboldi 7, Roberto Montagna 11.

Tra due squadre sconfitte sul filo nella prima partita, era già quasi uno spareggio per restare in corsa. Lo vincono con pieno merito gli Sturmtruppen, che comandano dall’inizio alla fine tranne un breve riaggancio di una Tazza poco brillante. Ben 45 punti totalizzati dai giovani binzaghesi (il ’91 Gariboldi e i ’93 Barbisan, Motta e Colombo), ma tutta la squadra ha girato bene, comprese le ragazze che sono riuscite a limitare l’”effetto Maiorano”. Si vede fin dall’inizio che gli Sturm sono più tonici: sprintano sul 7-15 con 3 triple già a bersaglio. Si gioca su ritmi alti, a volte frenetici, ma gli Sturm non vanno fuori giri mentre la Tazza, per un quarto e mezzo litiga col canestro. Con Montagna e Andrea Colombo gli Sturm volano a +14 nel 2° periodo. Ecco la reazione della Tazza, che ci mette più intensità in difesa, costringendo gli Sturm a qualche ingenuità di gioventù, e con lo sbloccarsi di Maiorano e Farinello la partita è pienamente riaperta all’intervallo. In avvio di ripresa continua l’inerzia positiva per la Tazza, che raggiunge il pari con una tripla di Maiorano (42-42). Sale però in cattedra Barbisan, che duella col “maestro” Antonini senza timori reverenziali, anzi gli rifila una stoppata e lo batte in 1 contro 1, infilando anche un paio di bombe: in un amen è di nuovo +12 per gli Sturm. Antonini non ci sta e dimezza i danni. Ma la Tazza non riesce a trovare continuità, mentre gli Sturm, con due correzioni al volo di Barbisan, consolidano il vantaggio (+10 a 5′ dalla fine), e poi piazzano il colpo del k.o. sfruttando un antisportivo e un contropiede (+14) e sigillando infine la vittoria con un’entrata “spezza-caviglie” di Motta e una bella tripla di Marta Del Pero. Lo scarto netto potrebbe anche tornare utile ai fini della qualificazione.

Arbitri della serata: Foti e Serao.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>